WEC – Un poker di Ferrari a Città del Messico

31 agosto 2017

WEC – Un poker di Ferrari a Città del Messico

Maranello, 31 agosto 2017 – Riprende con la parte intercontinentale della stagione il campionato FIA World Endurance Championship che nel prossimo fine settimana sarà in pista a Città del Messico per la quinta gara delle nove in programma. Come di consueto ci saranno quattro Ferrari 488 GTE impegnate sull’autodromo dedicato ai fratelli Pedro e Ricardo Rodriguez, due nella classe GTE-Pro e due in GTE-Am.

 

GTE-Pro. In classe GTE-Pro la Ferrari arriva alla corsa messicana in testa al campionato Costruttori a pari merito con la Ford ma al comando per maggior numero di vittorie. Nell’ultimo appuntamento, al Nürburgring, la 488 GTE ha vinto grazie all’equipaggio della vettura numero 51, con James Calado e Alessandro Pier Guidi, mentre la vettura gemella di Davide Rigon e Toni Vilander, in Messico tornerà il titolare Sam Bird, è rimasta vittima di un problema tecnico e ha portato a casa solo mezzo punto. Calado e Pier Guidi sono anche i migliori piloti in classifica anche se il gap di punti da recuperare è di 22 punti nei confronti di Andy Priaulx ed Henry Tincknell (Ford). Rigon è a -23,5 punti, Bird a -24.

 

GTE-Am. In classe GTE-Am c’è un altro pari merito tra i piloti: al comando ci sono Matteo Cairoli, Marvin Dienst e Christian Ried (Porsche) con 88 punti come Keita Sawa, Matt Griffin e Weng Sun Mok del team Clearwater Racing che corre con Ferrari. Mathias Lauda, Pedro Lamy e Paul Dalla Lana (Aston Martin) sono due punti più indietro e quindi la lotta è apertissima.

 

La pista. Il circuito di Città del Messico è uno dei luoghi storici dell’automobilismo. A causa dell’altitudine, oltre il duemila metri, la condizioni di gara sono uniche e lo scorso anno non hanno aiutato la Ferrari che si è trovata in difficoltà nel cercare la velocità in rettilineo. Anche il meteo è imprevedibile, con cambi repentini delle condizioni e delle temperature che sono all’ordine del giorno. Dopo le prove libere del venerdì, al sabato le qualifiche sono previste alle 17.50 (0.50 CET) mentre la gara prenderà il via domenica alle 12 (19 CET). Una sola vittoria a ruote coperte per la Ferrari in Messico: risale al 1961, quando Pedro Rodriguez si impose al volante di una 250 GT California in una gara non valida per il campionato del mondo.