Challenge Europe 2016 Season Review – Smeeth e Stratstone Ferrari dominano il Trofeo Pirelli Am

24 dicembre 2016

Challenge Europe 2016 Season Review – Smeeth e Stratstone Ferrari dominano il Trofeo Pirelli Am

Maranello, 24 dicembre 2016 – Il viaggio attraverso la stagione 2016 del Ferrari Challenge Europe di Ferrari.com continua con la seconda delle tre puntate. Oggi parliamo del Trofeo Pirelli Am.

 

Stella. Che avesse talento lo aveva fatto intuire già nel 2015 con più di una bella gara. Che potesse letteralmente dominare il Trofeo Pirelli Am non se lo aspettava nessuno. Sam Smeeth, portacolori del team Strastone Ferrari, sostenuto tecnologicamente dal team FF Corse, impegnato abitualmente con Ferrari nelle competizioni GT, ha iniziato con un secondo posto in Gara-1 a Monza, quando a vincere è stato il vicecampione 2015 Martin Nelson (Scuderia Autoropa). Ma il giorno dopo Smeeth non ha fallito iniziando una striscia vincente che si è protratta per il round del Mugello ed è proseguita anche a Le Mans, nella gara di maggior prestigio della stagione.

 

Titolo ad Hockenheim. Sochi è stato il momento meno esaltante per il pilota inglese, visto che è l’unica pista sulla quale non è riuscito a vincere nemmeno una corsa. In Gara-1 è stato secondo dietro al giovane talento della SMP Avademy, Vladimir Atoev (Motor Service-SMP Racing), mentre in Gara-2 è addirittura scivolato al quinto posto dietro ad Atoev ma anche ai tre piloti del team Rossocorsa, Tommaso Rocca, James Weiland e John Farano. La gara di Hockenheim ha dimostrato che si era trattato solo di un weekend non perfetto, perché Smeeth, sul celebre circuito tedesco, ha ottenuto due vittorie in altrettante gare conquistando così matematicamente il titolo. Non ancora sazio, Sam ha trionfato anche nelle due gare del round di Jerez de la Frontera e a Daytona.

 

Lotta per il secondo posto. Dietro a Smeeth, autore di un campionato a sé, Rocca (un secondo e tre terzi posti), Farano (due secondi e tre terzi) e Nelson (oltre alla vittoria di Monza due secondi e due terzi posti) hanno dato spettacolo fino alle Finali Mondiali per il platonico posto di vicecampione. Da segnalare anche i guizzi del pilota di Scuderia Autoropa, Henrik Hedman (tre volte secondo e due terzo); di Andrea Benenati (StileF Squadra Corse, terzo a Monza in Gara-1), di Andreas Segler (StileF, terzo in Gara-2 a Monza) e di Steve Wyatt, secondo a Le Mans con la 458 Challenge EVO di Motor Service.