Ferrari Racing Days – Oltre 47.000 persone a Shanghai per celebrare il Cavallino Rampante

29 maggio 2017

Ferrari Racing Days – Oltre 47.000 persone a Shanghai per celebrare il Cavallino Rampante

Shanghai, 29 maggio 2017 – Si sono chiusi lunedì a Shanghai i settimi Ferrari Racing Days di Shanghai che hanno visto sugli spalti e nel paddock 47.000 persone provenienti da tutta la Cina che si sono riunite all’International Circuit per vivere in prima persona tre giorni nell’esclusivo mondo Ferrari resi ancora più speciali dalle iniziative legate alle celebrazioni dei 70 anni della Casa di Maranello. Per gli spettatori, oltre allo spettacolo del Challenge, con le nuove 488 pensate per la serie monomarca, anche le vetture di F1 Clienti e quelle dei Programmi XX, a cominciare dalla straordinaria FXX K.
 
Guan Yu Zhou. A Shanghai c’era anche il giovane Guan Yu Zhou, talento cinese della Ferrari Driver Academy. Il ragazzo in questa stagione sta gareggiando nella selettiva Formula 3 europea con buoni risultati e ha potuto godersi il bagno di folla che gli è stato riservato da parte dei fan che lo hanno fotografato e gli hanno chiesto una gran quantità di autografi. Il paddock, come sempre durante i Ferrari Racing Days, è stato pieno di vita con la possibilità per il pubblico di osservare da vicino le vetture e di misurarsi con il simulatore.
 
Ferrari Challenge. Una delle attività più attese era certamente il Ferrari Challenge APAC, che ha disputato a Shanghai il proprio secondo appuntamento stagionale. Al volante delle nuove 488 Challenge, i piloti hanno offerto il solito grande spettacolo. I tifosi cinesi si sono esaltati con la vittoria in Gara-1 dell’eroe di casa Hulin Han ma a gli spettatori non hanno negato un applauso nemmeno agli altri vincitori di gara: l’italiano Philippe Prette e i giapponesi Go Max e Makoto Fujiwara.
 
Show da brivido. I Ferrari Racing Days di Shanghai hanno fatto registrare il record di famiglie presenti e per i bambini l’F1 Show messo in scena dal pilota di Ferrari Competizioni GT, Andrea Bertolini, e dei meccanici Ferrari è stato indimenticabile. Il pilota italiano si è esibito in partenza da brivido, accelerazioni brucianti e spettacolari burn-out. I meccanici dal canto loro si sono esibiti con cambi gomme e simulazioni di pit stop effettuati a tempo di record. Al termine dello spettacolo il lungo applauso che la gente ha tributato a Bertolini e ai meccanici della Scuderia Ferrari ha sancito l’ennesimo successo dei Ferrari Racing Days in terra di Cina.