La F1 è tornata al Paul Ricard

8 marzo 2017

La F1 è tornata al Paul Ricard

Le Castellet, 8 marzo 2017 – Le vetture di Formula 1 sono tornate a rombare al Paul Ricard con un anno di anticipo. La pista francese, infatti, nel 2018 tornerà ad opsitare il GP di Francia che manca ormai dal 2009. A regalare allo staff francese questa prova generale d’eccezione sono stati i piloti di F1 Clienti e dei Programmi XX che hanno tenuto al Paul Ricard il primo evento stagionale.
 
Curva leggendaria. Tra le vetture di F1 che sono scese in pista anche una F399, la vettura che aprì il ciclo vincente dell’era targata Michael Schumacher. Quell’anno non arrivò il titolo piloti dopo l’infortunio del tedesco a Silverstone, ma a fine stagione la Ferrari tornò a fregiarsi del Mondiale Costruttori, da sempre il primo obiettivo della Casa di Maranello. Oltre a quella monoposto, sul rettilineo del Mistral e nel mitico curvone di Signes hanno regalato emozioni anche altre dieci monoposto Ferrari: tra queste due F2002, vettura con la quale Schumacher si laureò iridato a luglio, a Magny-Cours, la F2007 di Kimi Raikkonen e una F150° Italia appartenuta a Fernando Alonso.
 
Quasi 38mila cavalli. Le quaranta Ferrari hanno portato in pista un numero record di cavalli: quasi 38mila, più di quelli che si daranno appuntamento nel 2018 per il GP di Formula 1. La FXX K ne sviluppa infatti 1050 e di esemplari ce n’erano 19. A questi vanno aggiunti i 5840 cavalli delle 599XX e 599XX EVO e i 3200 delle FXX. Le undici vetture di Formula 1 hanno invece sviluppato circa 9000 cavalli portando il totale alla soglia record dei 38mila. La prossima due giorni di test di F1 Clienti e Programmi XX è fissata per metà aprile al Mugello, circuito che da sempre riscuote il gradimento della maggioranza dei clienti Ferrari.